Le olive giunte in frantoio prima di essere avviate alla lavorazione passano attraverso un defogliatore e deramifogliatore che, all’esterno della struttura, garantiscono una prima pulizia delle olive con l’allontanamento oltre che di rami e foglie anche di terra, pietre e altri corpi estranei.

Le olive stoccate in cassoni all’interno del frantoio vengono molite nelle 24/36 ore dalla raccolta.

Le olive prima di essere frante passano da una lavatrice, lo scopo è di pulire le drupe e contestualmente allontanare altre foglie e altro materiale estraneo di varia natura che altrimenti finirebbe nel frantumatore insieme alle olive pregiudicando la qualità dell’olio.

La perfetta pulizia delle olive facilita e velocizza le successive fasi di lavorazione e di estrazione dell’olio, contribuendo a migliorare e a esaltare la qualità, che è così superiore.
La linea di lavorazione delle olive e di estrazione dell’olio è stata rinnovata nel corso del 2017 con una particolare attenzione rivolta verso l’innovazione al fine di migliorare ulteriormente la qualità dell’olio.

La linea è composta da un frantumatore in acciaio inox con pulitore rotativo e girante a martelli e coltelli mobili cui seguono gramole di ultima generazione con sensori di sicurezza, termoregolazione autonoma, automatismi di controllo, lavaggio automatico, display banner e gestionale per visione temperature e tempi di gramolazione.

Tutto ciò al fine di garantire costantemente l’estrazione di olio extravergine di oliva di altissima qualità.

L’alimentazione continua al Decanter evita che la pasta di olive subisca stress per sfregamento e che possa riscaldarsi, eventi questi che pregiudicano la qualità dell’olio. La spinta continua e soffice della pasta fa sì che la stessa non subisca emulsioni che renderebbero difficile la separazione dell’olio dalla pasta molita. Il carico delle gramole avviene dal basso, non più dall’alto, questo evita che l’impasto subisca l’ossidazione a contatto con l’aria. Un’altra protezione dall’ossidazione della pasta è garantita dalla chiusura pressoché ermetica delle gramole e dalla regolazione degli scambi gassosi nello spazio di testa in funzione delle paste e delle condizioni di gramolazione.

A fine lavoro e a fine partita, l’apertura totale della vasca consente la più efficiente, completa e veloce pulizia attraverso un sistema di lavaggio ad alta pressione.

Dalle gramole la pasta di olive è inviata alla centrifuga orizzontale (Decanter) che estrae il mosto oleoso per inviarlo al separatore finale.

Il Decanter è stato realizzato con l’obiettivo di contenere il consumo di acqua con evidenti impatti positivi sia in termini energetici che ambientali.

L’impianto, inoltre, possiede un sistema di rilevazione e monitoraggio delle temperature. Il sistema attraverso l’inserimento di sensori di rilevazione nelle varie componenti dell’impianto, consente di tenere costantemente sotto controllo la temperatura dell’olio.

Al termine dell’acquisizione dei dati, un software fornisce dei report per lotto di lavorazione con la stampa di certificato che testimonia il monitoraggio della temperatura di produzione dell’olio e la conformità alle normative di qualità.