La lavorazione avviene secondo il metodo Sinolea brevettato dalla società Rapanelli. La caratteristica peculiare di tale metodo è quello di garantire la produzione di olio extravergine d’oliva di altissimo pregio con sgocciolamento naturale a freddo ed esaltando le caratteristiche organolettiche dell’olio garantendo il massimo contenuto di antiossidanti naturali e componenti specifiche legate alla qualità.

A monte il frantumatore di nuova concezione, a differenza dei frantumatori tradizionali a dischi e a martelli fissi, evita il riscaldamento delle paste lavorate poiché la frantumazione avviene attraverso un’operazione di taglio che assolutamente non sviluppa calore, con tutti i vantaggi, dal punto di vista qualitativo dell’olio prodotto, che ne derivano.

L’impianto, inoltre, possiede un sistema di rilevazione e monitoraggio delle temperature di filiera. Il sistema è costituito da una parte hardware che, attraverso l’inserimento di sensori di rilevazione nelle varie componenti dell’impianto, consente di tenere costantemente sotto controllo la temperatura dell’olio.

Al termine dell’acquisizione dei dati, il software fornisce dei report per lotto di lavorazione con la stampa di certificato che testimonia il monitoraggio della temperatura di produzione dell’olio e la conformità alle normative di qualità.